Vai al contenuto
Klaus

Tsuba con motivi particolari...

Messaggi consigliati

tsun70 euro.jpg

 

Le dimensioni dichiarate dal venditore di questo tsuba sono 7,2 cm X 6,4 cm x 0,3 cm.

Immagino periodo Edo...

Trovo che sia particolare ed interessante il motivo della decorazione, che non avevo mai visto prima...

 

A parte la libellula, simbologia piuttosto comune, cosa pensate dei rami secchi sulla destra, stretti da due nodi, con fiori e foglie che nascono proprio dal nodo superiore?

 

Non ho foto del retro....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Vedo che ancora non ha risposto nessuno, pertanto azzardo alcuni spunti di riflessione.

Come probabilmente sai, i Giapponesi hanno la tendenza a portare al massimo livello di raffinatezza ogni cosa in cui si cimentano.

Questa cosa vale anche per i nodi.

Essi hanno tutta una serie di sistemi per essere stretti, per vestirsi in pace e in guerra, per impacchettare regali, fino a divenire una vera e propria arte marziale a sè. L' Hojojutsu è infatti deputato allo studio del come legare un altro uomo. Cè tutta una sistematica e simbologia dietro ed ora non è il caso di dilungarsi.

Quel nodo è molto usato ed è considerato un nodo fecondo oltre che efficiente.

Ci si legano la propria cintura in molti praticanti di arti marziali.

Nell'Hojojutsu è un incrocio alla base del Diamante, un modo di legare molto importante.

Della simbologia del Diamante abbiamo già parlato da qualche parte ed è un simbolo legato alla religione e alla spiritualità.

Come probabilmente noterai, i due nodi sembrano essere stretti su un tronco anziano e non vitale.

Da quei nodi spuntano però due butti dorati diversi tra loro ma molto Vitali, al punto da essere d'oro.

Il nodo è dunque una sorta di innesto per ridare vitalità ad una pianta forte ma anziana.

 

Detto che la libellula rappresenta la spiritualità dell'uomo che lascia la terra verso una direzione celeste, quella pianta anziana potrebbe rappresentare lo Shintoismo, su cui si sono innestate Taoismo e Confucianesimo, portando una linfa vitale d'oro alla vecchia pianta.

Benché diverse e asimmetriche, esse sono in qualche modo complementari.

Il più spigoloso e irsuto Confucianesimo si sviluppa più a contatto con la terra. Il più morbido, vivace Taoismo si leva invece verso il cielo (certamente il preferito dall'artista, che ne fa il protagonista).

Insomma, mi pare un tema di carattere religioso.

Ma avrei bisogno di qualche conferma di persona più esperta del sottoscritto in simbologia religiosa per dare maggior sostegno a questa ipotesi.


 

月の道

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

:shock:

dopo il teorema del katanakake, tutto è possibile... chissà l'artigiano che ne pensa..

è sempre un piacere leggerti.. (vale anche per l'altro)

buonanotte

 

sono indeciso se interpellare Tsukuyomi o Pauli .. :teehee: :teehee:


Sii immobile come una montagna ...
ma non trattare le cose importanti troppo seriamente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La tsuba è arrivata, finalmente.

E dal vivo appare inanzitutto molto più bella e poi molto interessante.

La fattura è superiore alla media.

Anche le mie foto non sono niente di buono, ma rispetto alle altre che ho visto è molto ben fatta.

 

Stranamente... è firmata, ma non sul lato omote... sul lato ura... da qualche parte ho letto che è possibile imbattersi in tsuba firmate o maggiormente decorate sul lato ura, ma non mi era mai capitato prima di vederne alcuna, prima di adesso.

 

La firma, purtroppo, non è molto leggibile.

Spero che qualcuno di voi sia in grado di identificarla, comunque.

 

Tenterò di fare foto migliori...

 

Tsuba nodo 80.jpg

Tsuba nodo back.jpg

Nodo firma.jpg

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Aggiungo delle foto forse migliori...

Tsuba nodo firma.jpg

tsuba nodo firma 2.jpg

tsuba nodo firma 3.jpg

 

Non vorrei dire castronerie, ma sembra quasi che qualcuno abbia voluto cancellarla...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Rapido aggiornamento: ho contattato un esperto americano, che mi ha confermato che il primo kanji è "KANE".

è riuscito a leggere anche il secondo, grazie alle mie ultime foto, che sarebbe Shige: 兼重

Nessun tentativo di cancellare, e non è gimei... Kaneshige firmava spesso proprio così...

Ho dunque cercato informazioni su questo Kaneshige...

Esistono diversi artisti che hanno firmato con questo nome, ma ho trovato alcune tsuba che recano qualche similitudine con la mia, dal punto di vista stilistico, dimensionale e, soprattutto, che sono firmate sul lato ura, in modo spesso molto labile:

http://www.shibuiswords.com/haynesTsu97.html

 

http://www.militaria.co.za/nmb/topic/5980-tsuba-made-by-kaneshige/

 

http://www.militaria.co.za/nmb/topic/18583-kaneshige-tsuba-plate-maker/

 

 

hammano plate by kaneshige.jpg

 

Se ho ben capito, si tratta di un fabbro che preparava le placche per altri artisti: plate maker artist is this signature and he was to work for several schools and artists about the same period.

e... he seems to have signed for the plate even though the inlay artist did not sign his own work, why is a mystery.

 

Dunque, se ho ben compreso, Kaneshige avrebbe firmato le "base" di ferro, a vantaggio di diversi altri artisti, che le avrebbero completate con altri metalli più nobili, ma non anche firmate.

Il perchè sarebbe un mistero. Trovo queste affermazioni anche in altre fonti.

 

Nel mio piccolo, piccolo, piccolo, mi permetto di osservare che:

a) in tutti i lavori che vedo con la sua firma la decorazione della base in ferro è perfettamente armonizzata ed integrata con il lavoro fatto con gli altri metalli, dunque per lo meno questo Kaneshige doveva operare in eccellente accordo con tutti coloro che avrebbero completato l'opera.

b) le parti in ferro sono molto varie, ricche, come forme, motivi e decorazioni: si va da pesci, piante, rocce, piccoli corsi d'acqua, figure umane, animali... mentre sono quelle in metalli nobili ad essere molto standardizzate e molto simili tra loro, nelle diverse tsuba: spesso si tratta dello stesso identico tipo di pianta, foglie, racemi, ciuffi d'erba...

 

Ne deduco che forse firmava solo lui perchè era lui il "dominus" del disegno?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Caricamento

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...