Vai al contenuto
betadine

"anno zero"

Messaggi consigliati

In attesa di procurarvi una "nuova lama" forgiata nell'anno 0 (o anno primo?) dell'epoca Reiwa, per chi è appassionato di cerimonie e cerimoniali, qua la storica giornata.

 

Buona visione

 

(per i meno pazienti -come me- col topo si cerca… (tipo a 8'15" - 30' - 36' (..ovviamente non visibili))


Sii immobile come una montagna ...
ma non trattare le cose importanti troppo seriamente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

.... effettivamente Walter ..

Se la lama è la Kusanagi no Tsurugi che spesso vediamo in qualche foto… mi chiedo, perché uno scatolo così lungo ??

.. pare che nessuno l'abbia mai vista, dopo che fu estratta dalla coda del serpente.

.. per chi volesse approfondire


Naumann_The_kusanagi_sword.pdf

Kusanagi-no-Tsurugi.pdf

.. secondo me dentro la scatola c'è

Una Speranza.

Un insegnamento per il popolo.. per dare fiducia su ciò che per lui viene scelto, a prescindere dal vedere realizzato quanto indicato.
Insomma.. un atto di fede.

 


Sii immobile come una montagna ...
ma non trattare le cose importanti troppo seriamente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Riappare dalle fiamme il mio amico Garuda.

Lo conoscevano bene anche dalle parti di Massimo.

😂😂😂

 

«che la fenice more e poi rinasce,

quando al cinquecentesimo anno appressa

erba né biada in sua vita non pasce,

ma sol d'incenso lacrima e d'amomo,

e nardo e mirra son l'ultime fasce.»


 

月の道

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

....

Al tempo in cui divinità e titani si unirono, agitando instancabilmente gli oceani per produrre amerta, il loro elisir di vita e immortalità, Garuda era ancora solo un uovo.

Questa creatura cosmica intatta era il fratello minore di Aruna, l'erede del dio-sole e figlio di Kasyapa, un veggente cosmico, e una delle sue 29 mogli, Winata.

Garuda e Aruna furono anche i fratellastri di 1000 serpenti cosmici, la nascita di Kasyapa e l'altra moglie Kadru.

...

Quando Garuda prese vita, la sua luce abbagliante riempì i cieli in tutte le direzioni.

Gli stessi "dei" erano pieni di terrore, temendo che fosse arrivato il rogo dei tre mondi.

Agni, il dio del fuoco, lo sapeva meglio, rassicurando i suoi eterici compagni, “Oh, dei, non è ancora giunto il momento di bruciare i mondi. Il giorno del giudizio è molto lontano.

La luce che vedi è di Garuda, figlio di Kasyapa e salvatore di mondi ”.

..

Quindi Garuda partì alla ricerca dell'Amerta.

Presto si scatenò, uccidendo e mangiando cattivi, tartarughe, elefanti.

Continuando a combattere, raggiunse la vetta di "Somaka", fonte dell'amerta, sulla terra di "Sangka", dove fu affrontato dalle truppe divine di Indra, guidate dal re degli dei stesso.

Li sconfisse tutti.

Quindi piombò sul mare e raccolse l'acqua per spegnere il fuoco a guardia dell'ingresso alla grotta di Amerta.

Lì dovette combattere contro due naga guardiani, che uccise e mangiò.

Alla fine, l'amerta era sua... ma mentre stava tornando, il dio Visnù lo vide fuggire con l'amerta e chiese a Garuda un favore.

La legge in quei tempi primordiali affermava che quando veniva chiesto un favore, doveva essere concesso.

Visnù chiese: "Oh Garuda, potente uccello, servimi come il mio veicolo, affinché io possa andare ovunque mi porti il ​​mio dovere di guardiano del mondo".

Da allora, così fu.

.

La storia di Garuda, per i giapponesi Karura, ci narra attraverso le parole dello scrittore Jean Couteau, che l'amerta o elisir di lunga vita, può essere raggiunta solo superando i nostri legami terreni, simboleggiati dai mostri contro cui Garuda combatte (... e non solo i naga/serpenti).

 

(per chi volesse leggersela.. https://nowbali.co.id/garuda-2/ )

 

Mentre per Voi rimatori .. un Vostro antenato, poche lande più sù, in un borgo con due torri pendenti e un centinaio d'anni prima, riporta di antichi scritti di saggezza che non conosce latitudini o confini nel tempo.. «un antico e raro testo ~ (non tutto x tutti, sic).

 

... in fondo in fondo .. eravamo già stati qua.

 

Buona domenica

 

RimatoriBolognesidelQuattrocento_10403155.pdf


Sii immobile come una montagna ...
ma non trattare le cose importanti troppo seriamente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

... nel ringraziarvi per "il passaggio".. un particolare grazie agli aficionados che mi scaricano costantemente ,)-

Felice di contribuire alla vs. curiosità.


Sii immobile come una montagna ...
ma non trattare le cose importanti troppo seriamente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

L'ho presa dal post sulla Scuola Ko-Mihara (per non imbastardirla ulteriormente..

 

Non te la prendere, fra tutti e due, credo che abbiamo frastornato i mostri lettori abbastanza...
...

 

" i mostri lettori " :crepapelle:

 

 

Qua i veri mostri siamo noi. fonte http://yokai.com/ )


Sii immobile come una montagna ...
ma non trattare le cose importanti troppo seriamente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Caricamento

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante