Vai al contenuto

Ricordiamo a tutti i soci che a fine mese verranno resettati gli status utente e seguiremo le nuove iscrizioni 2023.
Prego vedere QUI come rinnovare, grazie! Se doveste avere già rinnovato e il vostro status sul forum non dovesse essere ancora sistemato, avvisate l'admin Enrico Ferrarese.

Tutte le attività

Aggiornamento automatico di questo flusso dati     

  1. Oggi
  2. Ciao Doronba, alcuni punti sono interessanti, grazie! ti consiglio se non lo hai già, il libro "Tameshigiri" di Markus Sesko, che è un must sull'argomento: https://www.amazon.it/Tameshigiri-Development-Japanese-3-Jul-2014-Hardcover/dp/B013RNR09A La lista wazamono finale va presa un po con le pinze (si entra in un campo complesso, in quanto tutte le varie liste esistenti, e sui cui si basa Sesko, Fujishiro, Nagayama ed altri autori, quasi sempre differiscono tra loro perchè basate su quanto presente nel KK o nel KKB e ci sarebbe molto da puntualizzare...)
  3. 試し斬り l kanji significa letteralmente 'taglio di prova' (kun'yomi: tameshi giri).Questa pratica fu resa popolare nel periodo Edo (XVII secolo) per testare la qualità delle spade giapponesi. Continua fino ai giorni nostri, ma si è evoluta in un'arte marziale che si concentra sulla dimostrazione dell'abilità del praticante con una spada. In passato, la prestazione della spada giapponese come arma, in altre parole, 'l'affilatura', era considerata importante. Dal periodo Sengoku 1477-1576 al primo periodo Edo 1603-1868. Il taglio di prova è stato effettuato in vari luoghi, e sembra che ci fossero aspetti dell'allenamento delle arti marziali e del controllo delle prestazioni della spada, e persino i daimyo hanno persino provato a tagliarsi. Veniva chiamato 'suemonogiri' e, oltre a cannucce, tatami, bambù verde, ecc., nel periodo Edo veniva utilizzati i 'cadaveri' dei criminali. In quel caso, , se riuscivano a tagliare tre corpi acatastati, dicevano 'Mitsudo'. Sembra che il clan Aizu avesse un luogo per il taglio di prova chiamato 'Tameshishaba', e chiunque in famiglia poteva farlo purché seguisse le regole di utilizzo. All'inizio del periodo Edo, quando si effettuavano frequentemente uccisioni di prova, la fornitura di cadaveri non poteva essere mantenuta in tempo. Si dice che in un'epoca in cui le spade giapponesi più forti e affilate erano apprezzate come armi, si eseguiva il taglio di prova e c'erano persino momenti in cui gli spettatori si mettevano in fila attorno alla persona che eseguiva il taglio di prova come se fosse un evento. Il motivo per cui gradualmente è diventato odiato è che il numero di persone che avevano mai usato una spada come arma è diminuito a causa dell'arrivo del governo Tokugawa. Per confermare l'affilatura e la più forte spada giapponese, sembra che non solo la sensazione durante il taglio, ma anche il modo in cui l'osso viene tagliato inserendo la Lama del corpo. A poco a poco, le persone iniziarono a non gradire essere giustiziate come criminali e persino essere sottoposte a processi di taglio dopo la morte. Mentre il mondo cambiava, alcune persone iniziarono a specializzarsi nel taglio di spade come Otameshiyaku sotto gli ordini dello shogunato Tokugawa. Nel primo periodo Edo, Kaemon Yamano era ben noto e sembra che non solo controllasse le prestazioni, ma desse anche consigli ai fabbri sulla produzione di spade giapponesi. Come testimonianza, si dice che abbia processato e ucciso più di 6.000 peccatori e ricostruito un antico tempio (kosatsu) costruito nel XIV secolo durante i disordini delle Corti del Nord e del Sud per tenere un servizio commemorativo. . Anche i recinti furono ampliati e mantenuti, e il nome del vecchio tempio fu cambiato in 'Eikyu-ji', che ora è il tempio della setta Tendai 'Yokozan Kinsho-in Eikyu-ji' a Taito Ward, Tokyo. Nessuno degli eredi di Kaemon Yamano possedeva l'abilità necessaria per il taglio di prova. Dopo Kaemon Yamano i discepoli della famiglia Yamano servirono come fornitori imperiali. Uno di loro è Asaemon Sadatake Yamada. Poiché gli altri discepoli della famiglia Yamano morirono prima di Sadatake, la famiglia Yamada Asaemon iniziò a servire come fornitore a tempo pieno dell'Imperatore, e quando questi chiesero di insegnare a suo figlio la tecnica segreta del taglio di prova e gli fu permesso. Questa era l'era dell'ottavo shogun Tokugawa Yoshimune. La famiglia Yamada Asaemon, che continuò fino a dopo la Restaurazione Meiji, era probabilmente un professionista che enfatizzava le capacità di taglio di prova. A causa della natura del suo lavoro, nei tempi moderni sono stati creati romanzi e manga con il motivo della famiglia Asaemon Yamada. Yamada Asaemon richiese la costruzione di una semplice capanna per il deposito di cadaveri ai margini del luogo dell'esecuzione per conservare importanti spade giapponesi per la valutazione e per conservare i cadaveri per il taglio di prova. Questo per garantire che il lavoro potesse essere svolto senza indugio anche nei giorni di pioggia o neve e che le spade giapponesi dovessero essere conservate al sicuro e chiuse a chiave e per evitare che i cani randagi mangiassero i cadaveri. Attraverso il taglio di prova delle spade giapponesi, la famiglia Yamada Asaemon divenne gradualmente responsabile della valutazione delle spade. Il quinto capofamiglia ha curato il 'Kaiho Kenjyaku' e ha creato classifiche di qualità. oltre al taglio di prova aveva un altra attività, dove tramite il taglio di cadaveri riusciva a estrarre fegato ed altri organi per produrre medicinali. Oltre a vendere medicine, si dice che vendesse anche cadaveri a chi volesse provare a tagliarli. Il taglio di prova moderno viene eseguito nelle arti marziali come lo iaido e il battodo. Ovviamente il bersaglio del taglio di prova non è piu con un essere umano, ma e stato sostituito da bambou avvolta da un tatami in un tatami legato con uno spago o fissato con un elastico, immerso in acqua per diversi giorni e quindi posto su un palo su un banco di taglio di prova. Come tagliare nel taglio di prova Ci sono molti modi per tagliare una spada giapponese, ma il più famoso si chiama 'Kesagiri'. Kesa-giri è un metodo per tagliare diagonalmente il bersaglio con un angolo di circa 40-45 gradi. -BIBLIOGRAFIA Link della articolo Tradotto Dal Giapponese https://www.touken-world.jp/tips/32763/ x Admin: Se e off topic spostatelo pure oppure se e sbagliato il modo di fare del Thread lo rifaccio secondo indicazioni.
  4. Ieri
  5. Partiamo dal dire che quella nella foto non è un type 95 ma una Shin-gunto type 98. Le type 95 non hanno nulla a che vedere con le nihonto, hanno lame fatte a macchina, senza alcun hamon. Discorso diverso per le type 98 che possono conservare al loro interno di tutto, da lame di famiglia antiche a lame coeve fatte tradizionalmente a lame coeve fatte in maniera non tradizionale. Per quanto riguarda la reperibilità, tutte le lame militari sono relativamente facili da trovare negli USA in quanto un gran numero è stato preso come souvenir dai soldati americani nel secondo conflitto mondiale.
  6. Ultima settimana
  7. Ahahah benvenuto nel club 😅
  8. Marco Scarton

    Katana Sukenao

    Ciao Enrico, si la farò come dici ...Ma fotografare queste spade e molto ma molto difficile cavolo su 100 foto forse ne vengono 2/3 discrete 😥
  9. Questa è carina, perchè mostra discretamente il sugata della lama. Se riesci a rifarla senza mille cose sotto alla lama ma solo un panno scuro e uniforme sarebbe un passo in avanti 🙂
  10. Buonasera a tutti. non sapevo dove postare questo Therad al massimo se non e idoneo lo tolgo e lo rifaccio nella sezione apposita. ora dopo gli inconvenievoli volevo chiedervi delle Gunto. in tal proposito del Type 95, volevo chiedere se si potesse ancora considerare delle vere proprie Nihonto oppure non sono piu e vere katane? volevo chiedere anche se queste tipo di katane si possono trovare o sono state tutte distrutte! vi ringrazio.👺
  11. Marco Scarton

    Katana Sukenao

    Scusatemi, la domanda è rivolta anche a tutti quelli che vogliono rispondermi ,mi farebbe molto piacere sentire sentire le vostre impressioni grazie
  12. Marco Scarton

    Katana Sukenao

    Non sono esperto, ma mi sembra anche un buon lavoro ,tu cosa ne pensi France??
  13. Marco Scarton

    Katana Sukenao

    Ciao a tutti ,qualche foto nuova
  14. Marco Scarton

    Katana Sukenao

    Ciao Francesco grazie ..
  15. Molto bella Marco! Inoltre ti segnalo che la tsuba è di scuola Soten.
  16. Ciao Doron e bentrovato anche da parte mia!
  17. Ciao Doron e benvenuto!! Anche io spero di imparare molto da te! 😊
  18. Doronrob95

    Presentazione Doron

    Ciao a tutti sono nuovo da queste parti! mi chiamo Doron! E ho 27 anni. faccio aikido da molto tempo e anche iaido e mi son sempre appassionato di katane ! Spero d imparare molto da voi parlo giapponese e sto studiando per fare L esame di jlpt n5 grazie a tutti
  19. In precedenza
  20. Massimo Rossi

    Presentazione

    Mi fai diventare matto con i giri di parole.
  21. Enrico Ferrarese

    Presentazione

    Max, me lo hai confermato dopo pranzo martedì 10 gennaio scorso via mail... 😅 Lo ho sistemato già alla sera dello stesso giorno, quindi da un pezzo rispetto a quando me lo hai ricordato qui domenica 🤗
  22. Massimo Rossi

    Presentazione

    a me risulta prima iscrizione. Ho il modulo d'iscrizione I.N.T.K. in data 15 gennaio 2023 ,
  23. Enrico Ferrarese

    Presentazione

    Se clicchi sulla sua utenza vedrai che fa parte del gruppo primario dei soci 😉
  24. Massimo Rossi

    Presentazione

    Sei sicuro Enrico?
  25. Enrico Ferrarese

    Presentazione

    E già socio da un pezzo Max se noti
  26. Nicolò Volpe

    Presentazione

    Grazie mille Massimo!
  27. Massimo Rossi

    Presentazione

    Ciao Nicolò, benvenuto in I.N.T.K. Enrico Ferrarese, ti abiliterà al libero accesso al Forum, riservato ai soci
  28. Nicolò Volpe

    Presentazione

    Grazie mille Francesco!
  1. Carica più attività

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante