Vai al contenuto
Kentozazen

Tsukamaki

Messaggi consigliati

ma che cosa interessante, quando vado per templi ho sempre il libricino dei timbri e delle preghirere... che sia una cosa simile usata per questa pretica o magari solemante l'autore dello tsuka ha usato quello che aveva in casa?

 

Forse si, come si dice "in mancanza d' altro..." pero' mi sembra una cosa ricercata, se si osserva la foto 6, si vede che una parte di questa "preghiera" e' dritta su tutta la tzuka e non ripiegata, se ho osservato bene nel smontarla, sembrava che ogni triangolino fosse perfettamente ancorato a questa striscia, quasi fossero stati ritagliati ad hoc in un foglio unico e poi ripiegati, insomma una lavorata pazzesca se cosi e'

:fuso:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Per comodita' aggiungo anche la tzuka pre operazione:

 

P1010380.jpg

P1010383.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ragazzi ci sono tanti modi di fare gli ishigami, questo sistema è esattamente quello che uso anche io, non sono preghiere , invocazioni o quant'altro, si prende un pezzo di carta di riso lo si arrotola in un modo un po' particolare poi si ritagliano i triangoli, qualunque tipo dicarta va bene per cui nei rivestimenti antichi si trovano cose di questo genere in quelli più recenti talvolta parti di giornali, vecchi libri ecc.

La leggenda che ci siano delle preghiere nasce proprio da episodi come questo, ricordate sempre che a parità di condizioni la soluzione più logica risulta essere spesso quella vera. Niente preghiere...solo ishigami.


Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Forse Shirojiro con il suo MOSTRO di computer riesce a vedere se esiste una combinazione a mo di puzzle.... :shock:

 

Prima ancora di leggere il messaggio mi è venuta la voglia di ricomporre il tutto, ma se dici che ne mancano, per il fatto che non so il giapponese, per il fatto che non penso che vadano ad incastro, cioè punta contro incavo, ma punta contro punta (me lo dovresti dire tu che li hai "smontati") ritengo che nemmeno col mio "mostruoso" PC ne possa venire a capo.

 

Se qualcuno riesce a darmi un indizio, un punto di partenza, ci posso provare.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ragazzi secondo me era semplicissima carta di riso magari scarabocchiata o con un disegno presistente sopra!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Prima ancora di leggere il messaggio mi è venuta la voglia di ricomporre il tutto, ma se dici che ne mancano, per il fatto che non so il giapponese, per il fatto che non penso che vadano ad incastro, cioè punta contro incavo, ma punta contro punta (me lo dovresti dire tu che li hai "smontati") ritengo che nemmeno col mio "mostruoso" PC ne possa venire a capo.

 

Se qualcuno riesce a darmi un indizio, un punto di partenza, ci posso provare.

 

Grazie shiro dell'appoggio, ti confermo che mancano pezzi sia perchè non sono riuscito a "storciliarli" e sia perchè sicuramente vanno punta contro punta e quindi una parte è stata tagliata via già in partenza, almeno cosi' mi viene da pensare :disperato:

Per il resto mi spiace che venga subito chiusa ogni porta e discussione per un possibile rito tipo "forgiatura con papiro scritto che avvolge il panetto", ma comprendo anche che io non sono esperto in questo campo mentre chi risponde ne sa sicuramente più di me. :arigatou:

Però se penso che alcuni monaci quando camminano "spazzano" la strada prima di camminarci per evitare di uccidere insetti...... ci si può aspettare di tutto!!!!

Sarebbe bello ed utile, credo per tutti, se ken o altri che lo conoscono, ci potesse illustrare il metodo dell'ishigami utilizzato in questa tsuka, grazie! :hihi:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Anche volendo ricomporre il puzzle che molto probabilemente è una roba tipo lista della spesa, o scarabocchi come dice ughen, vi avverto che manca sicuramente il 50% dei pezzi. questo a causa del sistema di taglio.

Gaijin io spiegherei volentieri come si fanno le cose ma la mia esperienza mi insegna che la gente tende a considerare gli aspetti più complessi come inutili e a cercare la via più comoda per ottenere il risultato. Sinceramente vale un po' il discorso del togi: o lo fai bene oppure lasci perdere, non mi va di stimolare atteggiamenti hobbistici pressapochisti che vorrei non avessero nulla a che vedere con la nihonto. Mi spiece ma questa è la verità. Quanta gente ha cercato o cerca di fare tsukaito senza telaio e senza ishigami? Tanti e tutti con risultati al limita della più bassa mediocrità. mi domando per quale motivo dovrei aiutare in questo senso contribuendo allo sviluppo di oggetti scarsi e indegni di una nihonto. Se io spiego poi uno dovrebbe fare esattamente come dico e capisci bene che questo è difficilie che avvenga. E' una cosa triste lo so. Mi spiace.


Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ti quoto. Aggiungo anche che questo atteggiamento dell'assillare di domande per poi fregarsene e fare le cose in modo pressapochista dimostra anche totale mancanza di rispetto per chi ci insegna, che poi perde la voglia di farlo. Dovremmo tutti essere un pochino più giapponesi in questo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Anche volendo ricomporre il puzzle che molto probabilemente è una roba tipo lista della spesa, o scarabocchi come dice ughen, vi avverto che manca sicuramente il 50% dei pezzi. questo a causa del sistema di taglio.

Gaijin io spiegherei volentieri come si fanno le cose ma la mia esperienza mi insegna che la gente tende a considerare gli aspetti più complessi come inutili e a cercare la via più comoda per ottenere il risultato. Sinceramente vale un po' il discorso del togi: o lo fai bene oppure lasci perdere, non mi va di stimolare atteggiamenti hobbistici pressapochisti che vorrei non avessero nulla a che vedere con la nihonto. Mi spiece ma questa è la verità. Quanta gente ha cercato o cerca di fare tsukaito senza telaio e senza ishigami? Tanti e tutti con risultati al limita della più bassa mediocrità. mi domando per quale motivo dovrei aiutare in questo senso contribuendo allo sviluppo di oggetti scarsi e indegni di una nihonto. Se io spiego poi uno dovrebbe fare esattamente come dico e capisci bene che questo è difficilie che avvenga. E' una cosa triste lo so. Mi spiace.

 

Grazie ken, conoscevo già la risposta poichè in parte condivido quanto dici e perchè ho letto altri tuoi post con questa linea di pensiero. Vedrò di cercare e reperire maggiori informazioni se riuscirò a trovare un buon libro o magari un buon istruttore su Lione. :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ti quoto. Aggiungo anche che questo atteggiamento dell'assillare di domande per poi fregarsene e fare le cose in modo pressapochista dimostra anche totale mancanza di rispetto per chi ci insegna, che poi perde la voglia di farlo. Dovremmo tutti essere un pochino più giapponesi in questo.

 

Non riesco a capire se questa tua affermazione sia rivolta direttamente a me o in generale al forum :checcevofa:

Assillare di domande? Ken a cui ho rivolto la domanda ha risposto in modo chiaro, diplomatico e costruttivo, come sempre, è un argomento che mi interessa molto, non ho la fortuna di avere un maestro giapponese che mi insegni queste cose, risulta molto difficile imparare se nessuno ti insegna o quanto meno ti aiuta.

Fregarsene? Perchè dici così?

Ho sempre avuto ammirazione nei tuoi lavori e in quelli di tantissimi partecipanti al forum che hanno fatto tanto senza avere la fortuna di qualcuno che gli insegnasse.

Pressapochista, mancanza di rispetto???

Potrei spaziare su questo argomento visto le numerose risposte rilasciate a chi si avvicina da poco a questo mondo, ma credo che non è esattamente ciò che intendevi dire nei miei confronti.

Non voglio fare nessuna polemica, mi scuso se sono stato frainteso ma credo che ken abbia ben compreso quanto detto, rispetto a me Voi siete maestri anche se avrete tantissimo ancora da imparare e quindi, se preferisci questa linea, basta con le domande, sperando che la mancanza di risposte ai dubbi non allontani questa passione. :siamoamici:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Gaijin non te la devi prendere per la risposta dura di Kentozazen e Jarou, non è una una questione personale ma un'atteggiamento dovuto da chi sta seguendo una via tradizionale come stanno facendo loro.

 

In un insegnamento tradizionale quasi sempre un maestro chiede ai propri allievi l'impegno a trasmettere l'insegnamento ricevuto senza modificare nulla; converrai con me che un forum non è propriamente un metodo di trasmissione della conoscenza contemplato per delle arti secolari.

 

E' una realtà dura ma che condivido perchè mi sono impegnato ad accettarla in altri campi.

 

Anche io mi diverto con lavori dilettantistici (tranquillo Kentozazen, non sulle lame) e ci sono altri forum in cui posso trovare tutti i trucchi per l'hobbista della domenica che mi servono.

 

Qui cerco qualcos'altro, è devo dire che anche grazie alla fermezza delle posizioni dei moderatori quello che si trova qui è di un livello molto alto.


Gisberto (ex nick Koala)

 

Persevera nell'addestramento come se fossi una spada che deve essere forgiata con il più puro dei metalli. (Takuan Soho)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Gaijin non te la devi prendere per la risposta dura di Kentozazen e Jarou, non è una una questione personale ma un'atteggiamento dovuto da chi sta seguendo una via tradizionale come stanno facendo loro.

 

 

Esatto. Gaijin ti chiedo scusa se ho scritto in modo che tu potessi fraintendere. Sinceramente, e dico sul serio, ho risposto al messaggio di kentozazen ma non sapevo neanche a chi stesse rispondendo lui. Ovvero, se lui (kento) avesse aperto una nuova discussione con quel testo a se stante, avrei risposto alla stessa maniera :tioffrounabirra:

 

Si sicuro che non mi riferivo a nessuno in particolare, men che meno a te.

 

Per chiarire, io sono iscritto a questo forum, ma sono amministratore anche di altri due, e ne leggo altri due ancora, tutti (piu' o meno) riconducibili alla nihonto. Non puoi immaginare quante volte ho dovuto ripetere alcune cose, e sempre poi si sono rivelate o parole buttate al vento o peggio ancora travisate da chi pensa che in una settimana puo' diventare talmente bravo da saltare alcuni passi, mixare le ricette, usare materiali alternativi, costruire qualcosa senza disegnarlo prima, disegnare una cosa e poi costruirne un'altra, laccare con lo smalto per le unghie, fare shirasaya con pali per badili, polire con la carta vetrata, ritagliare tsuba col seghetto alternativo.. e mi fermo qui.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

stavo per fare una gaffe...oggi al lavoro pensavo"questa sera chiedo indicazioni per esercitarmi...."

 

ma in Italia esistono scuole per imparare a lavorare seriamente?e dove si trovano,se è possibile saperlo?


"il tuo metodo"disse un giorno un visitatore al Maestro,"sembra un insieme di cristianesimo,panteismo a altre filosofie.Tu cosa dici a proposito?"

"non saprei amico mio"rispose il Maestro sorridendo"sono troppo impegnato a vivere per occuparmi delle etichette"

 

 

 

Un giorno il Maestro disse a proposito dell'arte del combattere:"L'essenza della vera arte del combattere è il silenzio.Tutto il resto è rumore inutile".

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Purtroppo no. Ci sono tuttavia dei bravi professionisti. Rivolgendosi a loro, con pazienza e dedizione, si puo' cominciare il proprio cammino. Conoscendo bene l'inglese, le vie verso la vetta si moltiplicano. Conoscendo il giapponese e volendo buttarsi a capofitto nell'impresa, con un pochino di fortuna la cosa non dico diventi banale ma sicuramente i tempi si accorciano notevolmente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Insomma se sono stati insigniti "moderatori e vice admin" a più riprese, ci sarà un motivo più che valido!!!

Credo di aver compreso il messaggio, peccato essere tutti così distanti :cry:

GRAZIE A TUTTI!!! :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Comunque grazie per la fidicia che riponi in noi.

Anche se vedo che si èben compeso il senso delle mieparole vorrei anch'io ribadire che non c'è nessuna volontà di ostacolare, è piuttosto una questione di preservare. Certo se fossimo più vicini ci si potrebbe incontrare e affrontare vari temi direttamente.


Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ecco andrea vedi che il mio stressarti ha dato i frutti.....

fsfsdfsdf.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

E be ma così non vale :rouletterussa: , allora lo fate apposta a stuzzicare la mia curiosità e sete di conscere!!!!!!!!!!!

ufffiii :timido: !!!!

 

C'è davvero tanto studio, lavoro e conoscenze dietro ad una tzuka :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante