Vai al contenuto
Murakami

Katana -anticipazioni-

Messaggi consigliati

accipicchia che cambiamento! si vede che il restauro è stato fatto veramente bene, sembra appena fatta XD

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie al http://www.intk-token.it/forum/index.php?showtopic=35 sono riuscito a capire quasi tutte le misure....col tempo riusciro anche a ricordarmi i nomi....

 

mi mancano però:

-SAKIHABA

-SAKIKASANE

-SORI

 

...... :gocciolone:


"il tuo metodo"disse un giorno un visitatore al Maestro,"sembra un insieme di cristianesimo,panteismo a altre filosofie.Tu cosa dici a proposito?"

"non saprei amico mio"rispose il Maestro sorridendo"sono troppo impegnato a vivere per occuparmi delle etichette"

 

 

 

Un giorno il Maestro disse a proposito dell'arte del combattere:"L'essenza della vera arte del combattere è il silenzio.Tutto il resto è rumore inutile".

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

..mi risulta .

 

-SAKIHABA = larghezza compresa tra iori e tagliente .

-SAKIKASANE = spessore bel Mune .

-SORI -= " curvatura " distanza massima tra Mune e una linea immaginaria tracciata tra la punta e il munemachi ( cioè calcolato sul nagasa )


Alla fine del vento

Ancora cadono le foglie ..

..Un falco lancia il suo grido

Si fa più fondo il silenzio dei monti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

per meglio intenderci il sakihaba è la larghezza tra il mune e il tagliente misurata però nei pressi della punta (dove c'è lo yokote), infatti il motohaba è la stessa misura però presa dove si trovano i machi. Stessa cosa per sakikasane, cioè lo spessore del mune però misurata nei pressi del kissaki, mentre il sori è il punto di massima curvatura (cioè la massima misura del segmento perpendicolare alla linea immaginaria che congiunge la punta della lama al munemachi).


<!-- isHtml:1 --><!-- isHtml:1 --><em class='bbc'>Insisti, Resisti e Persisti...Raggiungi e Conquisti!<br /><img src='http://www.intk-token.it/forum/uploads/monthly_11_2008/post-34-1227469491.jpg' alt='Immagine inserita' class='bbc_img' /><br /></em>

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

complimenti al possessore molto bella, al politore beh... cosa devo dire? tanto sa come la penso

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ah eccola, era un pò che cercavo questo topic, perchè ho avuto modo di vedere questa lama dal vivo all'ultimo incontro INTK (grazie Murakami!)

 

E' davvero una gran bella lama, quasi sicuramente una tachi koto. La attribuzione precisa però ci ha lasciato molto perplessi, ha dei tratti Bizen ma anche alcune particolarità di Mino.

Murakami se posti ancora qualche dettaglio forse riusciamo a portare avanti il kantei



Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ah eccola, era un pò che cercavo questo topic, perchè ho avuto modo di vedere questa lama dal vivo all'ultimo incontro INTK (grazie Murakami!)

 

E' davvero una gran bella lama, quasi sicuramente una tachi koto. La attribuzione precisa però ci ha lasciato molto perplessi, ha dei tratti Bizen ma anche alcune particolarità di Mino.

Murakami se posti ancora qualche dettaglio forse riusciamo a portare avanti il kantei

 

 

sono poco presente e me ne scuso...

vedo di postare altre foto, domani spero di trovare 10 min.

Ho anche foto in alta risoluzione, uno zippone di 40 mb però !

chi fosse interessato posso spedire via mail

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Eccomi di nuovo, in effetti il kantei di questa lama mi ha dato parecchi problemi perchè mi sono perso tra mille dubbi... per tale ragione alla fine ho chiesto aiuto ed è saltato fuori che si potrebbe trattare di una Tachi Koto d'ispirazione Mino-Bizen

 

La curvatura attuale ( sori ) farebbe pensare ad una katana in Torii-zori ma portanto il mekugi al primo buco della montatura si nota una curvatura di tipo koshi-zori

aaa_koshi.jpg

 

In buone condizioni di luce si vede anche uno splendido utsuri

100_0120.jpg

100_0120_utsuri.jpg

 

Per quanto rigaurda l'Hamon io mi ero fermato ad un regolare gunome in nie deki ma mi è stato fatto notare che la linea non è poi così regolare, ci sono infatti alcuni TOGARI e l'hamon è in NIOI deki con sunagashi

aaaMG_6593.jpg

aaaMG_6601.jpg

aaaMG_6603.jpg

aaaMG_6614.jpg

 

Il Boshi lo credevo di tipo Notare o Midare komi con leggero kaeri ( o almeno sembra , in effetti necessiterebbe di un ritocchino )

aaa_boshi1.jpg

aaa_boshi2.jpg

 

La lama è d'ispirazione Kamakura ma come si vede dal nakago ha subito un O-suriage e ha perso la mei e quindi è di difficile attribuzione

aaaMG_6623.jpg

 

Se per voi va bene io partirei dall'utsuri, vi pare BO UTSURI o MIDARE UTSURI ?

Questo poi ci porta già in una buona direzione...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
... per tale ragione alla fine ho chiesto aiuto ed è saltato fuori che si potrebbe trattare di una Tachi Koto d'ispirazione Mino-Bizen

Non per polemica ci mancherebbe ma..veramente questo è quello che avevo detto dall'inizio. ;)

Non so chi abbia parlato di necessità di "ritocchini" al boshi ma se la lama è rimasta come te la consegnai non credo che ne necessiti. Se vuoi però ci troviamo per darci un'occhiata

 

Murakami per quanto riguarda l'epoca personalmente uscirei decisamente dal Kamakura, il sori è decisamente poco pronuciato ed anche il funbari abbastanza ridotto, nonchè il boshi di medie dimensioni.

:arigatou:


Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Forse mi sono spiegato male; d'ispirazione kamakura ma realizzata nel primo / medio muromachi.

 

Per il boshi magari ci guardiamo :tioffrounabirra: .

Notte.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ok ;) sai dove trovarmi.

Riguardo all'ispirazione Kamakura mi permetto rispettosamente di dissentire , raramente ci sono fenomeni di "ispirazione" ad epoche precedenti nel koto, ed in ogni caso non ne rilevo i tratti in questa lama. Possaimo comunque parlarne. Cosa ritrovi che ricordi gli stili di Kamakura?


Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

hai ovviamente ragione Ken!!!

ieri notte non riuscivo a dormire e ho dato una controllata al nagayama.

E' nelle shinto che si possono trovare più facilemte lame d'ispirazione kamakura / nanbokucho e controllando meglio anche il sugata mi sono dovuto ricredere...

 

l'utsuri a vostro avviso è BO o MIDARE ?

ieri notte in un attimo di follia sono arrivato alla scuola Yoshii e volevo capire se ho preso una via sbagliata :wacko:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

a me sembra Bo anche se qualche ondeggiamento c'è...ma gli utsuri non sono mai perfettamente diritti.

 

la tua lama presenta un gunome piuttosto regolare con delle parti appuntite (togari) che son tipici della tradizione Mino, però se non mi sbaglio non si vede Masame che dovrebbe essere presente soprattutto verso lo shinogi e presenta invece un utsuri definito che a Mino è molto raro.

Lo stesso utsuri abbinato a gunome è invece parecchio diffuso a Osafune...

 

l'utsuri con il gunome chiama forte la scuola Oei ma Yoshii è un ottima ipotesi, che prevede anche i togari.

 

guardiamo insieme queste descrizioni, che non salti fuori qualcosa di interessante:

 

http://www.sho-shin.com/yoshii1.htm

http://www.sho-shin.com/sanin7.htm

http://www.sho-shin.com/sanin8.htm



Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

le ho lette ma da qui mi manca un metodo... :gocciolone:

ho provato una ricerca per immagini e ho trovato qualcosa di simile nella scuola yoshii - provincia Izumo

yoshii_school.jpg

 

solo che c'è un midare utsuri.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Qualche considerazione anche da parte mia anche se le immagini della lama non sono molto a fuoco.

 

Sugata: Chū kissaki "corto" - Sori"poco profondo" - Moto haba "stretto" - Torii zori (sostanziale) - Ō suriage

Il tutto porterebbe al tardo Nanbokuchō / primo Muromachi

Questa ipotesi verrebbe ulteriormente rafforzata se lo Shinogi fosse "alto" (lama a sezione "romboidale") e lo Hira niku fosse "piatto".

 

Come è il tipo di Hada ? Mokume misto ad Itame ?

 

Lo Utsuri potrebbe essere definito come Midare utsuri tendente al Bō utsuri - Un anglofono probabilmente lo definirebbe "faint" utsuri"

 

Hamon: sembra un Gunome midare su base Suguha - mi scuso ma non riesco a vedere i Togari

 

Questi parametri potrebbero portare ad una scuola che opera nell'ambito della tradizione Bizen (affermazione da prendere comunque con le molle) e la Yoshii (provincia di Bizen e stile Soden-Bizen) potrebbe anche starci -

Tipico di detta scuola è il "continous" gunome che è un Gunome molto stretto e ravvicinato, sempre su base Suguha o blando Notare. Forse però è un poco più "stretto" di quello che compare nella tua lama ma non ho grandi esempi da proporti per un corretto confronto.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

L'hira niku è sicuramente piatto ( o scant come dice il nahayama a pag 58 ) ma per lo shinogi non direi alto ma BASSO..

tanto per intenderci, l'altezza del moto-kasane è 0,60 ( A) spostandomi sulla linea dello shinogi è più di 0.60 ma meno di 0.70... azzarderei un 0.67 ( B ) anche se il mio calibro non permette una lettura migliore.

Image6.jpg

Di conseguenza i piani dello shinogiji sono quasi paralleli

 

Per l'hada confermo mokume misto itame, questa è la foto migliore che posso offrire:

Image2.jpg

 

Per i Togari il mio occhio non è così esperto, ho solo riportato questa informazione così come mi è stata riferita e questi sono i presunti "denti di sega"...

Image3.jpg

Image5.jpg

io da profano avrei detto gunome e basta o al massimo gunome midare, quello che si vede sopra l'avrei vista come una singola eccezione..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
L'hira niku è sicuramente piatto ( o scant come dice il nahayama a pag 58 ) ma per lo shinogi non direi alto ma BASSO.............

......................................................

 

Per i Togari il mio occhio non è così esperto, ho solo riportato questa informazione così come mi è stata riferita

 

Shinogi "alto", Shinogi "basso". Spero di non essere frainteso.

Lo Shinogi è "alto" quando la sezione della lama è romboidale ossia quando la distanza tra le due linee dello Shinogi è maggiore della dimensione del Kasane (indipendentemente dalla posizione sulla lama in cui si misura: verso la punta o verso i Machi).

Naturalmente il termine "maggiore" va inteso in uno, due millimetri; non in mezzo centimetro.

 

Togari

Non dubito della esperienza di chi ti ha indicato la presenza di Togari. Sta di fatto che dalle immagini per me è praticamente impossibile distinguerli.

Tanto per raffronto ti allego una chiara immagine di Togari

 

Togari.JPG

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non c'è togari a quanto ricordi.

Scusa Paolo per curiosità quest'ultima foto a quale lama fa riferimento? E' un togi "Italiano"?

Modificato: da Kentozazen

Mani fredde, schiena curva, odore di pietre bagnate. Questo è il togi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante