Vai al contenuto

Cagli0str0

Membri
  • Numero di messaggi

    593
  • Registrato dal

  • Ultima visita

  • Giorni ottenuti

    1

Contenuti inseriti da Cagli0str0

  1. Cagli0str0

    Auguri a Kentozazen

    Auguroni !!!
  2. Congratulazioni !!! il primo di grandi successi !!!
  3. dopo prove di taglio, "filo" danneggiato", serve un leggero passaggio al "filo", e poi "pace eterna". mmmmhhhhhh
  4. Cagli0str0

    Arrivederci ragazzi...

    Grande Sandro... complimentoni !!! il giusto e meritato proseguo dei tuoi appassionati studi !!! un "in bocca al lupo" ehh... ...ci vediamo la ;)
  5. uff mi confondo sempre tra l'altro devo venire a rispolverare la strada
  6. hem... Lorenzo è di Como... ed è abilissimo... cospargiti il capo di cenere e va da lui... sempre che ti accetti :P
  7. Toji non ti crucciar... non volevo prendere di mira il termine "ostacolare" col quale ti sei espresso era solo un pretesto per andare un po in la con la discussione... che è più dibattuta di quel che appare ovviamente concordo con il tuo "sacco di patate", sono assolutamente a favore degli uke "sinceri", non a caso dedico molto tempo al ruolo di uke, e al perfezionamento di prese ed attacchi !
  8. O-Sensei ripeteva sempre che per diventare forti, bisogna farsi prendere con forza... insisteva sul fatto che si fa budo solo quando si attacca e ci si difende con sincerità... ripeteva ogni giorno che ci dev'essere armonizzazione tra attacco e difesa al fine di superare queste due accezioni, e questo dev'essere un impegno sia di tori che di uke, affinché la progressione avvenga contemporanea per entrambi... diceva anche che chi "ostacolava" le tecniche veniva cacciato dal dojo... personalmente ritengo che, a meno che non si sia maestri e quindi lo si faccia strumentalmente a fini educativi, sia troppo semplice ed un poco vile "Ostacolare" delle tecniche che sappiamo già dove vadano a parare. L'impegno dovrebbe essere quello di percorrere una via... cioè fare al meglio delle nostre possibilità qualsiasi aspetto noi studiamo sul tatami, quindi se stiamo attaccando o prendendo, dobbiamo esprimere al meglio il senso di questa presa o attacco. Questo non significa fare il tutto nella stessa maniera con tutti, ritorna il concetto di awase, se dovessimo afferrare con forza un bimbo, non gli spacchiamo un braccio... il fine è quello di trasmettergli sicurezza e determinazione senza danneggiarlo o fargli male... di contro se afferriamo un energumeno doppio di noi, non possiamo insistere sulla stretta, ma solo cercare di controllarne il centro e la posizione... quindi fare il tutto con sincerità significa esprimere il meglio della nostra tecnica in armonia con il partner. Per questo motivo non credo che il budo stia nella guida di uke o nell'abilità di tori, quanto nell'ossessivo impegno di entrambi di diventare una cosa sola a partire da due posizioni estreme (attacco e difesa) al fine di superarle.
  9. hehehe... poi si offende :P cmq... a proposito dello shinkage ryu, sono notevoli i particolari ad esso riconducibili nell'aiki ken, soprattutto nei movimenti di base... però voler associare l'aiki ken ad una scuola specifica è impossibile... O-Sensei ha fatto talmente tante esperienze marziali, più o meno profonde, ed ha inserito talmente tanti concetti nel suo Aikido che le associazioni perdono qualsiasi valore.
  10. non confondiamo l'articolo... con la traduzione, le immagini ed il video non sono redatti dall'autore :P
  11. Per quanto mi riguarda... nel piccolo e tradizionale dojo di Iwama mi hanno sempre trattato benissimo, accolgono bene gli occidentali, se educati e rispettosi, ed anzi, si fanno vanto, quando c'e' più di uno straniero, di poter tenere lezioni dal sapore internazionale !
  12. Kashima shin ryu e kashima shinto ryu sono due scuole diverse... la seconda è stata studiata da O-Sensei, insieme ad altre scuole di kenjutsu, da lui approfondite e poi condensate nell'aiki ken, testimonianza concreta è l'elevata somiglianza del ichi no tachi di aiki ken con il primo kata di Kashima, qua puoi trovare un articolo ben fatto : http://www.aikidoedintorni.com/prima-pagina/kashima-shinto-ryu-e-aikido/ ciao Andrea
  13. Cagli0str0

    Verniciatura Saya

    we... "Questa katana ha le caratteristiche che identificano le katane di prestigio 1. e' completamente smontabile 2. ha il canale di sangue 3. la tempratura differenziata della punta e' visibile a occhio nudo 4. ha l'angolo di taglio (tutte le katane che non rispondono a queste 4 caratteristiche non possono essere catalogate nelle katane ufficiali )" le descrizioni sono ancora meglio dei copriletto pero' :D
  14. ovvio... però.... photoshop non s'inventa le cose :P sta lama è na figata !!!
  15. hehehe... yes... è che questa se per caso era tua passavo a trovarti :D
  16. Cagli0str0

    Ciao a tutti

    Benvenuta :)
  17. Eh spero che l'Aikido insegni anche il Reigi... l'uccellino avrebbe dovuto anche far presente che in questo forum ci si presenta nell'apposita sezione prima di postare in altre, soprattutto per fare "para-pubblicità". Perdonami, non è polemica, ma sana etichetta ;) per il resto... l'invito rimane, il sempre valido, guarda e giudica. Buon keiko
  18. Il ruolo di tori lo si apprende solo facendo da uke... quindi chi snobba/snatura/falsa il ruolo di uke non ha la possibilità di andare oltre... con O-Sensei prima di vedere una tecnica prendevi mazzate per un anno ! Spesso e volentieri uke troppo assecondanti derivano principalmente da un'eccessiva pigrizia, a vari livelli, su più fronti e spesso dello stesso loro maestro, per questo motivo se si vuole elevare il livello della pratica (e il maestro non si mette di traverso) un buon escamotage è "galvanizzare" uke: gestendone le distanze, guidandolo con lo sguardo, gestendo le sonorità dei kiai, mantenendo un ritmo elevato, confrontandosi a più livelli... ma prima di tutto, in prima persona, con l'esempio... un buon uke, serio e determinato, disposto a rischiare e "libero di ricevere" è sempre da stimolo per gli altri.
  19. hehehe... allora, se non sono indiscreto, potrei conoscere il nome del tuo maestro ? :P
  20. quest'anno : 5 we all'estero, 10 we in giro per tutt'italia, 5 we presso la palestra del mio sensei, 5 we in un corso in cui ci riuniamo con i responsabili di dojo, e 2 sett nel dojo di Iwama in giappone ! più incontri "informali" in dojo amici nel corso dell'anno... ho dato :D

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante