Vai al contenuto

Masahiro Hamano

Membri
  • Numero di messaggi

    431
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Contenuti inseriti da Masahiro Hamano

  1. Masahiro Hamano

    Arrivederci

    Cari amici di INTK, Questo giovedì partirò per la mia prima esperienza da allievo di Marina civile, prenderò in mattinata un aereo diretto a Istanbul, e subito un'altro per Alessandretta, dove la nostra nave ci aspetterà per la partenza prevista per questo week end. L'imbarco sarà lungo, potrò tornare ad essere "attivo" sul forum in aprile del prossimo anno. Il viaggio è internazionale, quindi non è del tutto esclusa una possibilità che tocchi qualche porto del Giappone (e sarebbe ora!). Portando con me per tutta la durata del viaggio questa nostra bellissima passione, vi saluto e vi auguro un buon proseguimento del vostro lavoro. Ah... prima che mi dimentichi... Buon Natale e inizio Anno Nuovo. Cari saluti, Fabio
  2. Masahiro Hamano

    Hello!

    Benvenuto.
  3. Masahiro Hamano

    Ciao a tutti

    Benvenuta BlackPavement, le katana di cui hai messo il link sono strumenti di pratica, puoi immaginare quindi con che materiali e accortezze devono essere costruite per soddisfare i requisiti dell'allievo praticante. Con Nihonto invece si intendono lame d'arte, veri e propri oggetti storici da museo che vengono studiati a fondo per essere apprezzati da noi stessi e dagli altri, e per essere custoditi con cura e rispetto per le generazioni future, un patrimonio per l'esattezza. Non spaventarti se la materia può sembrarti ostica all'inizio, il tempo c'è per tutto quanto! E grandi matasse aggrovigliate che all'inizio ti sembreranno indigeribili poi diventeranno sempre più esili finchè non le avrai assimilate tutte quante. Comincia a guardarti un po' di articoli in giro come ti ha suggerito Diego.
  4. Masahiro Hamano

    Mi presento

    Benvenuto, mi raccomando, occhio a non fal saltare in aria qualche sezione! ;)
  5. Masahiro Hamano

    Saluti e complimenti!

    Ciao Andyz, ciò che scrivi è molto bello; anche io ho una certa "cotta" per la storia egiziana, che mi porto ormai dietro dagli anni delle elementari quando, soprattutto a carnevale, non esitavo ad indossare il mio copricapo da farone e calarmi nella comparsa! :) Sei benvenuto, saremo lieti di poterti aiutare come possiamo. Buona permanenza.
  6. Ciao Genfiorello, Così, tanto per darti delle risposte e farti capire perchè queste lame sono dei falsi, guarda con che precisione sono scritti quei numeri sull'habaki. A parte il fatto che sull'habaki non si è mai visto nulla inciso, a cosa servirebbe un codice inciso a macchina su una lama antica? Anche che fosse della seconda guerra mondiale, qualsiasi voglia codice sarebbe stato inciso altrove, magari sul codolo, ma mai sull'habaki, che rimane sobrio e nudo da disegni o scritte; ma questo tanto per cominciare con un elemento evidente e contraddittorio. Le montature inoltre presentano delle sbavature leggere, se fai caso, dovute al sistema dello stampo e sono per lo più montate male; dalle foto sembra già che tremino e si muovino anche se adattate sul corpo dell'arma. L'hamon seghettato e sparato di un bianco piatto, atono sulla lama, nonchè l'hada (damascatura per farti capire), che sembra quasi in rilievo sull'acciaio, sono un elemento chiaro della falsità della lama. L'anomalia del gruppo di maiali, troppo grande ed esagerato rispetto al fodero. Il fatto poi, che tsuka e saya siano fatte in quel modo con legno scoperto (dallo tsuka-ito, fettucce di stoffa incrociate, per l'impugnatura, e lacca assente sul saya). La frettolosità, e di conseguenza quindi il modo sbagliato con cui è stato incrociato lo tsuka-ito sull'impugnatura. L'aggiunta di pezzi alternativi dalla forma anomala, sconosciuta sull'impugnatura e sul fodero, totalmente fuori luogo e per di più inventati, e molto, molto altro ancora. L'esperienzia in questo caso aiuta a trovare tanti altri elementi controproducenti all'autenticità dell'oggetto, ma ovviamente ne bastano uno o due per dare un risultato all'esaminazione. C'è un bell'articolo corposo e fornito di immagini nella sezione "Nihon Token", che tratta appunto del riconoscimento di lame false, con la relativa "copia" ma autentica, corretta. Ti invito a leggerlo è molto utile.
  7. Masahiro Hamano

    Salve a tutti

    Benvenuto anche da parte mia.
  8. Non ne sapevo niente. Tuttavia sembrerebbe un'osservazione accetabile, dato che a basse temperature la tensione di umità è alta, e quindi più facilmente accumulabile su superfici fredde. Per di più uno "spiffero" nel vero senso della parola non penso proprio crei problemi ad una lama già oleata. L'unica attenzione andrebbe rivolta all'impugnatura non incastrata nel saya. Lascio la tua domanda ad osservazioni di altri.
  9. Masahiro Hamano

    piacere

    Benvenuto Mauro!
  10. Masahiro Hamano

    Salve!

    Benvenuto!
  11. Masahiro Hamano

    oss

    Benvenuto.
  12. Masahiro Hamano

    Salve a tutti !

    Benvenuto, aspetta aspetta.. niente fretta, un libro non è sufficiente, può farti capire tante cose in più, si, ma lascia passare del tempo prima di buttarti sulla custodia di un oggetto importante.
  13. Masahiro Hamano

    salve!

    Toh, un altro uomo d'arme europeo. Benvenuto!
  14. Masahiro Hamano

    Salve!

    Benvenuto!
  15. Masahiro Hamano

    salve

    Sei sicuramente uno dei Tanti che apprezzano la Spada Giapponese, dicci magari qualcosa di più su di te. Benvenuto!
  16. Masahiro Hamano

    Ciao

    Benvenuto.
  17. Masahiro Hamano

    Presentazione

    Benvenuto Nicola!
  18. Masahiro Hamano

    La mia prima Nihonto!

    Io purtroppo non so dirti niente, mi dispiace. Lo avevo capito subito che non era una lama di troppo valore per via di quei brutti segni chiaramente evidenti. Personalmente non mi dispiace, mi piace l'hamon, ma dopotutto è una nihonto quindi mi piace a prescindere.

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante