Vai al contenuto
beppe75

Qualche Impressione ...

Messaggi consigliati

ciao a tutti.

vi posto alcuni finimenti in mio possesso, così per chiedere se riuscite a catalogarli e se son degni di interesse.

grazie a tutti per la partecipazione :arigatou:

 

fuchi1.JPG

 

fuchi3.JPG

 

fuki2.JPG

 

kashira3.JPG

 

kashira2.JPG

 

kashira1.JPG

 

tsuba1.jpg

 

tsuba2.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

I tre pezzi non mi sembrano niente male.

Il Fuchi è firmato - se puoi fare un piccolo ingrandimento cercherò di tradurre il Mei.

C'e rappresentato lo scacciamosche (Hossu) portato dai patriarchi buddisti.

Il Kashira rappresenta un millepiedi (Mukade, se non erro) con un probabile simbolo araldico.

La Tsuba contiene molto probabilmente due Mon ma la immagine è scura e non riesco a vedere.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
I tre pezzi non mi sembrano niente male.

Il Fuchi è firmato - se puoi fare un piccolo ingrandimento cercherò di tradurre il Mei.

C'e rappresentato lo scacciamosche (Hossu) portato dai patriarchi buddisti.

Il Kashira rappresenta un millepiedi (Mukade, se non erro) con un probabile simbolo araldico.

La Tsuba contiene molto probabilmente due Mon ma la immagine è scura e non riesco a vedere.

 

Spero di essere di aiuto...

 

post_92_1193913578.jpg

 

tsuba2.jpg

 

Shirojiro

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

grazie per la risposta, questo è l'ingrandimento migliore che la mia digitale è in grado di fare:

 

mei.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La Mei sul Fuchi si legge (se non erro) : MASA-TOSHI e potrebbe appartenere ad un incisore del XIX secolo.

Ti allego un esempio di Hossu, realizzato nel XIX secolo su di un Kozuka, dall'artista Hata Nobuyoshi .

 

Hossu.JPG

 

 

Per quanto riguarda il Kashira, l'immagine all'estremità opposta del millepiedi rappresenta una alabarda cinese.Tale alabarda presenta tre punte ed una sfera di base dalla quale si diparte il manico che attraversa il corpo del millepiedi.

Ti allego l'immagine del Kashira ruotata di 90 gradi. In tal modo si può meglio apprezzare l'intera figura.

 

Mukade.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

grazie paolo, è incredibile i particolari che vengono fuori da un'attenta e competente osservazione, questa cosa mi appassiona sempre più :ok:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

E' proprio questo il bello dell'ammirare oggetti antichi e la cosa che più mi spinge a studiare questi fantastici oggetti d'arte!



Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

se non erro , il millepiedi , simboleggia una delle trè virtù indispensabili nei generali , assieme alla irremovibilità del cavalluccio marino e all'abilità del ragno , ma non ricordo quale .


Alla fine del vento

Ancora cadono le foglie ..

..Un falco lancia il suo grido

Si fa più fondo il silenzio dei monti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
con un probabile simbolo araldico.

 

 

mi permetto solo una piccola correzione...quì non si può parlare di araldica ne di stemmi però mi piacerebbe approfondire questo discorso...

Gian

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
mi permetto solo una piccola correzione...quì non si può parlare di araldica ne di stemmi però mi piacerebbe approfondire questo discorso...

Gian

 

 

In effetti si tratta di "una alabarda cinese" - guarda il mio messaggio # 5

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
In effetti si tratta di "una alabarda cinese" - guarda il mio messaggio # 5

 

 

ho visto...ma non mi riferivo a quello...dicevo che quando si parla di Giappone non si può parlare ne d araldica ne di stemmi perchè non lo sono...sono dei semplici simboli personali...

però mi piacerebbe approfondire l'argomento...

Gian

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

semplici simoli personali?!?!

i mon non sono dei semplici simboli personali, ognuno ha una storia, un significato, un perchè che va oltre il "personale"...

ad es., vai qui http://www.samurai-archives.com/ sulla sezione "heraldry and rank" oppure puoi leggere questo topic http://www.intk-token.it/forum/index.php?s...c=1473&st=0 dove troverai anche alla fine un testo sulla storia delle famiglie giapponesi (in lingua francese)...


<!-- isHtml:1 --><!-- isHtml:1 --><em class='bbc'>Insisti, Resisti e Persisti...Raggiungi e Conquisti!<br /><img src='http://www.intk-token.it/forum/uploads/monthly_11_2008/post-34-1227469491.jpg' alt='Immagine inserita' class='bbc_img' /><br /></em>

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

è con vero piacere che noto che la mia discussione va avanti ancora destando interesse da parte di tutti.

Sul mio librino magico dei MON, ho trovato questi che ritengo essere i miei:

 

librino.jpg

 

mon1.jpg

 

questo

mon2a.jpg

 

oppure questo

mon2b.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
semplici simoli personali?!?!

i mon non sono dei semplici simboli personali, ognuno ha una storia, un significato, un perchè che va oltre il "personale"...

ad es., vai qui http://www.samurai-archives.com/ sulla sezione "heraldry and rank" oppure puoi leggere questo topic http://www.intk-token.it/forum/index.php?s...c=1473&st=0 dove troverai anche alla fine un testo sulla storia delle famiglie giapponesi (in lingua francese)...

il fatto che potessero passarseli di padre i figlio(non so come funzioni, per questo volevo parlarne) non significa che siano qualcosa di più di simboli. non sono elementi araldici e non si possono definire stemmi. non è stemma nulla che non sia europeo, perchè tale concetto si può applicare solo agli stemmmi(appunto) delle famiglie europee...non sono stemmi per un primo, semplicissimo, definitivo e insormontabile problema: non sono racchiusi dentro uno scudo e questo taglia la testa al toro.

un'altra cosa facilmente rilevabile è che quei disegni non seguono una linea univoca simbolo--->famiglia, se notate quella specie di gru(non so come si chiama) con le ali aperte è comune ad almeno 3 famiglie...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
il fatto che potessero passarseli di padre i figlio(non so come funzioni, per questo volevo parlarne) non significa che siano qualcosa di più di simboli. non sono elementi araldici e non si possono definire stemmi. non è stemma nulla che non sia europeo, perchè tale concetto si può applicare solo agli stemmmi(appunto) delle famiglie europee...non sono stemmi per un primo, semplicissimo, definitivo e insormontabile problema: non sono racchiusi dentro uno scudo e questo taglia la testa al toro.

un'altra cosa facilmente rilevabile è che quei disegni non seguono una linea univoca simbolo--->famiglia, se notate quella specie di gru(non so come si chiama) con le ali aperte è comune ad almeno 3 famiglie...

 

Quindi non credi sia corretto l'uso del termini araldica e stemmi , e quindi ? Che termini suggerisci ?

 

E che nome hanno i bandieroni che si attaccavano alla schiena praticamente tutti i soldati ? ..e siccome portavano il bandierone , non erano forse araldi anche essi stessi ?


Alla fine del vento

Ancora cadono le foglie ..

..Un falco lancia il suo grido

Si fa più fondo il silenzio dei monti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ho risposto qui aprendo una nuova discussione http://www.intk-token.it/forum/index.php?showtopic=2951


<!-- isHtml:1 --><!-- isHtml:1 --><em class='bbc'>Insisti, Resisti e Persisti...Raggiungi e Conquisti!<br /><img src='http://www.intk-token.it/forum/uploads/monthly_11_2008/post-34-1227469491.jpg' alt='Immagine inserita' class='bbc_img' /><br /></em>

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante