Vai al contenuto
Klaus

Tsuba... ancora una tsuba...

Messaggi consigliati

Come mi ero ripromesso, ho rivisto la limitata letteratura di cui dispongo (non ho deliberatamente preso in considerazione siti Internet commerciali e non) per cavar fuori qualcosa di utile a delimitare lo stile Kaga. Anticipo già che il risultato è sconfortante.

 

Cominciamo con "Tsuba: An Aesthetic Study" di Torigoye e Haynes; da p. 41 a p. 52 tratta di tsuba in ferro con decorazioni prevalenti in shinchū-zōgan, elencando Ōnin, Heianjō-zōgan, Kaga Yoshirō e Bizen Yoshirō. Secondo questi autori lo stile Kaga "nativo" era una produzione parallela ma non direttamente derivata dal fondatore Keiko Yoshirō Naomasa; due stili possibili:

- Kaga Yoshirō stile uno: forma tonda, ovale, mokkō o kiku (insomma una a caso...), spessore da 3 a 4,5 mm (come il 90% di tutte le tsuba), metallo di buona qualità e forgiatura abbastanza buona (se almeno fosse riportata forgiatura "ad minchiam canis" sarebbe un dato più utile...), grandi inserti circolari traforati con emblemi o fiori (insomma i classici ranma-sukashi - 欄間透 che anche noi neofiti riconosciamo come la più basilare caratteristica delle tsuba Yoshirō).

- Kaga Yoshirō stile due: forma ovale o kiku goishi-gata (cioè più spessa al seppa-dai che si assottiglia progressivamente al bordo), inserti di ottone, argento e rame, a volte mischiati nella stessa tsuba; il design è floreale con karakusa, ma non simboli traforati come nel precedente stile.

Insomma la tsuba originale di Klaus all'inizio di questo post potrebbe legittimamente fregiarsi dell'appellativo Kaga Yoshirō stile due (il fatto che la descrizione venga tranquillamente centrata anche dalle più ampie caratteristiche dello stile Heianjō-zōgan e che da nessuna parte sembra importante se gli inserti siano a livello - hira-zōgan - oppure no, dev'essere un mio problema di limitato comprendonio).

 

In "Tanoshi Shinchū Zōgan Tsuba: 100 Tsuba" di Ōtani nessuna delle tsuba illustrate ha un'attribuzione Kaga.

 

Anche in "Tosogu Classroom" di Fukushi, vol.1, che tratta tsuba Ōnin, Heianjō-zōgan e Yoshirō-zōgan da p. 225 a p. 236 non cita uno specifico stile Kaga (ma fornisce un qualche criterio differenziale comprensibile - le tsuba Ōnin non sono mai hira-zōgan, le Yoshirō apparentemente lo sono sempre).

 

In " The Japanese Sword and its Fittings: from the Collections of the Members of the Japanese Sword Society of New York and the Cooper Union Museum" (poco più di un opuscolo) a p. 21 sono raffigurate due tsuba: quella riportata come "Kaga school" ha i mon traforati (l'altra definita "Yoshiro school" ha hitsu-ana modellati e dote-mimi... grande confusione sotto il cielo).

 

In " Illustrated Catalogues of Tokyo National Museum. Sword Guard" sono riportati esempi Ōnin, Heianjō e Yoshirō, ma non ho trovato la denominazione Kaga.

 

In "Nihontō Kōza - Kodōgu Kantei-hen" vol. 6 di Honma e Satō vengono trattati Ōnin, Heianjō e Yoshirō da p. 13 a p. 25, ma non ho trovato diretti riferimenti ad una scuola Kaga per tsuba in ferro (ma il testo è tutto in giapponese, e mi ci vorrà un po' per vederlo per bene).

 

In conclusione, per quanto ho capito, il termine scuola Kaga riferito alle tsuba in ferro dovrebbe più o meno essere sinonimo di Yoshirō-zōgan. Altra cosa sono invece le stuba kinkō, come si evince dai certificati NBTHK. Per il momento questo è tutto.

Saluti, Mauro


Mauro Piantanida
武士に二言無し
Έτσι, δεν γνωρίζω

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie mille Mauro!

 

Vi posto l'estratto sulla scuola dal "Nihontō Kōza - Kodōgu Kantei-hen" vol. 6 parte 1, tradotto da Afu.

Scusatemi ma sono un po' preso e non ho modo di esservi molto di aiuto :

 

_20180708_205648.JPG

_20180708_205526.JPG

_20180708_205541.JPG

_20180708_205552.JPG

_20180708_205602.JPG


Prossimamente al cinema... "Indiana Jones e la lama perduta"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie mille!

Certo che... presi singolarmente siete fenomenali, tutti insieme siete la Treccani in persona! :prostro:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

aggiungo anche il catalogo della speciale esposizione del 1908: Japanese sword guards a cura di Okabe Kakuya https://archive.org/details/museumoffinearts00okabrich

 

alle pagine 45 e 46 parla della scuola Kaga (come poi riportato dal Murtha)

 

 

 

 

qua il file in pdf: museumoffinearts00okabrich.pdf

 

 

(perdona Mauro se ogni tanto continuo ad aggiungere testi on-the-net)


Sii immobile come una montagna ...
ma non trattare le cose importanti troppo seriamente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mauro, Francesco e Betadine (l'ultimo link da te' postato mi risulta inraggiungibile :confused: ). Grazie per le informazioni.

Vedo di non essere l'unico a non aver trovato molto sulla scuola "Kaga".

Sulla letteratura in inglese (il giapponese purtroppo me' duro) ho trovato sostanzialmente quello che avete postato voi.

Anche estendendo la ricerca ad internet (scusa Mauro ma in mancanza di maggiori informazioni sono sceso di livello) non si trova molto.

Ho trovato una tsuba con certificato Hozon (http://www.sword-auction.jp/en/content/af17136-%E9%8D%94%EF%BC%9A%E7%84%A1%E9%8A%98%E5%8A%A0%E8%B3%80%E8%B1%A1%E5%B5%8C-%E7%A7%8B%E8%8D%89%E3%81%A8%E8%99%AB-tsuba-mumei-kaga-zoganautumn-insects-and-flowers) il cui aspetto pero' differisce sostanzialmente da quello della tsuba postata da Klaus e da quella sul sito di Haynes e Long (scordavo di dire che ora e' parte della mia collezione, perche mi piaceva indipendentemente dall'attribuzione). La tsuba su Aoi art e' molto piu' simile a quelle riportate come Kaga dal Nihonto Koza.

 

Quando ho acquistato la tsuba ho chiesto ad Elliot riguardo all'attribuzione e questo e' quello che mi ha risposto (spero non me ne voglia se lo cito):

 

 

I bought the tsuba from Craig Harris many years ago. I knew nothing at that time and Craig thought it was Heianjo. After meeting and starting to learn from Robert Haynes, I took the tsuba with me for one of my visits with him. He explained that it was a classic Kaga style tsuba based on the design motif, the iron being well forged, and the brass was of high quality. All of this determined the Kaga school and period.

I know of no other material describing Kaga school/style pieces.

 

Quindi neache qui grandi informazioni...

 

 

La descrizione che danno Haynes e Long della scuola Kaga (http://www.shibuiswords.com/tsuba.htm#kaga) e un'elaborazione di cio' che riporta Okabe:

 

 

The artists of the Kaga school followed the designs of the Kano painters and the style of the Goto school of metal carvers. The earliest artists, Yoshishige, who was also a painter, and his brother Kuninaga, were connected with the house of the Daimyo of Kaga province about the middle of the 17th century. Yoshinori, Yoshikuni, and Yoshitsugu were noted pupils of this school. Morisada, a distinguished inlay worker of Toyama, a town in the same daimyate, is also classed with them. Ujiiye,a pupil of Goto-Kenjo of the Goto school, came to Kaga from Fushimi about 1650 and joined the ranks of the Kaga artists. As a school they are famed for their great skill in inlay work (hira-zogan, also known as 'true zogan').

In former times at Edo, Shinchu-zogan tsuba were called Yoshiro tsuba. In Edo this name applied to all brass inlaid tsuba with floral designs. Yoshiro tsuba originate from the Heianjo-zogan school and are not of independent origin. They represent one derivative style of the later Heianjo-zogan tsuba. The term 'Yoshiro' is part of the name of Koike Yoshiro Naomasa. The Kaga inlay style, native to the province, was far different from that used by Koike Yoshiro, and it would seem that after his period his style was no longer practiced in Kaga. The native Kaga inlay style was in parallel production to that of Yoshiro. Although the iron quality is good in the Yoshiro work the most admirable quality is the fine brass inlay. The contrast of the color of the iron with that of the brass is very fine in the Kaga Yoshiro work. This is not to be found in other brass inlay.

 

Anche un attribuzione a Shoami sarebbe possibile (if in doubt "Shoami") visto che anche questo e' una specie di contenitore per tutto e di piu' da quel poco che ho capito (correggetemi se sbaglio.

 

La questione e' sempre piu' nebulosa

 

Luca

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

mi spiace che non riesci (il pdf è il Libro di Okabe)

 

Prova ad andare sul sito del Museo e poi cerchi i due libri postati (il primo è sopra citato, il secondo è questo : A picture book of Japanese sword guards)

 

qua il pdf (purtroppo ridotto, supera i 25mb): JapaneseSwordGuards.pdf

 

 

provo a metterti tutto l'indirizzo completo: https: //archive.org/details/museumoffinearts00okabrich

 

questo il sito del Museo: https://www.mfa.org/ poi col tasto cerca ;-)


Sii immobile come una montagna ...
ma non trattare le cose importanti troppo seriamente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ne ho trovate con simili decorazioni:

 

 

 

1: Hira zogan - Certificato NBTHK Attribuita a Yoshiro

Length 8.7 cm (3.4 in)
Width 8.7 cm (3.4 in)
Thickness 0.5 cm (0.2 in)
20180312-tsu1471-yoshiro_tsuba-mumei-nbthk-mumei-01.jpg
20180312-tsu1471-yoshiro_tsuba-mumei-nbthk-mumei-02.jpg
20180312-tsu1471-yoshiro_tsuba-mumei-nbthk-mumei-08.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

2: Senza Certificato attribuita ad Heianjo zogan

Length 8.4 cm (3.3 in)
Width 8.1 cm (3.2 in)
Thickness 0.4 cm (0.1 in)
20180312-tsu1284-heianjo_tsuba-mumei-01.jpg
20180312-tsu1284-heianjo_tsuba-mumei-02.jpg
3: Senza Certificato attribuita ad Heianjo zogan
Length 8.7 cm (3.4 in)
Width 8.3 cm (3.3 in)
Thickness 0.4 cm (0.1 in)

20180312-tsu1358-heianjo_tsuba-mumei-01.jpg

20180312-tsu1358-heianjo_tsuba-mumei-02.jpg

 

3: Senza Certificato attribuita ad Heianjo zogan, praticamente identica alla mia (ex Haynes e Long) ma senza fukurin

Dimensioni sconosciute

 

20180328-e978-heianjo_tsuba-mumei-01.jpg

20180328-e978-heianjo_tsuba-mumei-02.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie per gli ulteriori esempi. Risultra peraltro confermato che con scuola Kaga si intendono prevalentemente tsuba kinkō: nel Nihontō Kōza tra quelle illustrate solo 1 su 4 è in ferro, ed anche la tsuba di Aoi-Art è in shakudō.

Grazie betadine per il link al libro del Victoria&Albert Museum, mi mancava.

Saluti, Mauro


Mauro Piantanida
武士に二言無し
Έτσι, δεν γνωρίζω

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

di nulla .. :arigatou:

 

.. qua, a pagina 36, ci sono altre notizie (dalla collezione del Cooper-Hewitt Museum)

 

tsubajapanese00coop.pdf

Modificato: da betadine

Sii immobile come una montagna ...
ma non trattare le cose importanti troppo seriamente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.


Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante