Vai al contenuto
giannibriciola

vecchia spada, spero giapponese

Messaggi consigliati

buona sera a tutti.

Innanzi tutto mi complimento per il forum: veramente appassionante!

ho iniziato ad interessarmi alle lame giapponesi provenendo dal collezionismo di armi e militaria.

Da quanto leggo, non avrò mai la possibilità di possedere spade di pregio, ma mi accontento di leggerne le descrizioni e le vostre dissertazioni.

Ho iniziato a leggere quello che trovo sulla rete e vi confesso che è un mondo per me nuovo ed appassionante, anche se, a causa della memoria che

comincia ad accusare le lacune dell'età, non mi entra in testa la terminologia appropriata.

Vorrei approfittare della vostra competenza per sapere qualcosa di una spada che mi fu regalata (già evidentemente datata all'epoca) nei primi anni '60.

Qualcuno me la ha giudicata una "volgare copia cinese", altri una spada militare.

Spero che dalle fotografie mi possiate dire qualcosa.

Katana.jpg

IMG_3201.JPG

IMG_3204.JPG

IMG_3203.JPG

IMG_3206.JPG

 

sicuramente le foto non sono un granché, ma spero siano sufficienti a dare un giudizio.

come potete vedere la lama è piuttosto maltrattata.

Se occorre fare nuove foto o dare altre notizie, fatemelo sapere.

spero di non aver abusato del vostro tempo e vi ringrazio se vorrete rispondermi.

Buona serata a tutti

Gianni

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La spada è vera e non militare, firmata e datata!!

 

In questi giorni non sono in casa per aiutarti maggiormente, comunque hai fatto bene a non provare a usare pietre o carte abrasive, potrebbe avere potenzialità!


Prossimamente al cinema... "Indiana Jones e la lama perduta"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Se riesci a fotografare meglio i due lati del nakago ti provo a tradurre volentieri le incisioni così mi esercito!

Nella tua seconda foto c'è probabilmente una data (o altra nota non ho guardato bene), nella tua quarta ci sono 6 kanji che probabilmente indicano partendo dai machi luogo-clan(o scuola)-nome del fabbro.

Però è difficile leggere bene... ripeto se ci fai delle foto dirette e specifiche, magari sotto una luce puntata che evidenzi bene le incisioni stai sicuro che saprai cosa hai in mano.

La lama cmq non è un imitazione questo è sicuro. A giudicare dalla patina ha almeno 150 anni sicuri...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Allora guardando meglio, i primi 4 kanji sono: "Bishū Osafune". Il nome del fabbro, cioè gli ultimi 2 kanji è difficilissimo con quella foto...

Per ora però posso dirti che la tua lama, sempre che la firma sia stata fatta proprio dal fabbro e sia genuina che è stata fatta a Bishū secondo la scuola Osafune (tradizione Bizen).

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ora provo a leggere l'altro lato e così avremo un idea precisa dell'età di quest'oggetto.

In linea di massima una bishū osafune potrebbe risalire anche molto più in là nel tempo alle spade prodotte in massa alla fine del 1500, anche perchè mi sembra che il primo carattera sia scritto con una "antica" variante, ma ora sto ipotizzando alla grande... :)

(che bello però!)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Come detto è una nihonto ed è firmata e datata, ma servono migliori foto del codolo per capirne di più.

Da quello che riesco a leggere sembra "Bishu Osafune Sukesada" 備州長船祐定

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La data sembra "Eisho terzo anno, secondo mese, un giorno fortunato" cioè Febbraio 1506

 

Però devo dire che la forma del nakago desta qualche sospetto, in quanto non ha la tipica forma della scuola Bizen, però senza vedere hamon e hada non si può essere certi di nulla

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Beh manuel per la forma del nakago vuoi vedere quello della mia tadamitsu? Non avesse utsuri sembrerebbe una brutta imitazione...

Una bishu osafune a me come primo pensiero fa sempre subito venire in mente una lama di massa ma e qui saremmo in pieno periodo sengoku... anche se distanti dalla guerra Onin e le successive dal 1560 in poi...

Ma ripeto, la sensazione di datarla veramente alla fine del muromachi mi si rafforza se guardo il primo kanji della ura mei: non lo trovi nei caratteri "standard" per la scritta di bishū, ma nella tabella delle vecchie varianti...

Quindi se ti puzza la genuinità della firma come minimo chi l'ha falsificata è stato veramente bravo perchè ha imitato proprio tutto.

 

Però hai ragione su un fatto: è la lama che classifica la lama (non la firma). Senza poterla giudicare da polita vedendone il suo vero hamon e la sua hada certezze non ce ne sono.

Stiamo solo ipotizzando fin'ora...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Cavoli bravo manuel che occhio! Io sukesada non lo sarei riuscito a beccare forse il "sada" ma il "suke" con il binocolo lo vedevo... nemmeno partendo dal kanji riesco a distinguerlo... grande!

Devo applicarmici molto di più ma secondo me hai fatto centro. Sukesada ce ne sono stati svalangate ma dell'era eisho ci sono i 2 famosi e ben quotati... il che anche a me fa un pò strano ahahhaha (fatalità! XD)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

comunque è sicuramente meglio avere una lama antica con firma dubbia che una cinesata, si deve solo valutare se vale la spesa polirla (Francesco, puoi sbizzarrirti!!). Anche il koshirae, per quanto semplice, sembra buono e datato; se l'habaki fosse ricoperto di lamina d'argento, dalle foto non si capisce, difficilmente sarebbe un falso.

Servirebbero foto più dettagliate dei due lati del nakago, della lama nuda per il sugata e magari della tsuba e koshirae

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Io mi fermerei anche solo alla lama e al nakago, di koshirae so 0 purtroppo... cmq mi piacerebbe vederla polita... se ci vedessimo un bel hamon tipoco sue bizen non avremmo molti altri dubbi...

Non sarebbe forse il sukesada famoso ma magari un apprendista... come dice Gianlucasan: vacci a capire te!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

buongiorno,

mi sembra di capire che la mia spada potrebbe essere interessante!

Ho fatto qualche altra foto, per quanto permette il cellulare. eccole:

 

IMG_3558.JPG

IMG_3565.JPG

IMG_3566.JPG

IMG_3571.JPG

 

una indica anche la lunghezza: da quel pò che ho capito girando in rete magari potrebbe essere un "kodachi"?

spero che le foto siano di qualche utilità e attendo con ansia il vostro giudizio

vi confesso che sto sulle spine al pensiero di poter possedere un oggetto interessante, anche se un po' malconcio.

buona giornata a tutti voi

Gianni

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Confermo quanto ho detto sulla firma prima, è Bizen Osafune Sukesada.

Un nagasa di 55cm la classificherebbe più come un katate-uchi, una spada a una mano, che era molto comune in quel periodo storico.

C'è del potenziale, la patina del codolo sembra compatibile con il tardo Muromachi, potrebbe essere interessante affidarla ad un politore per far aprire una finestra per vedere hada e hamon, e se questi dovessero essere buoni investire un po' di soldi e farla polire.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Facci una foto della sola lama nuda distesa su un lato per cortesia, in modo tale che si riesca a vederla nel suo insieme...

La tua misurazione non so se e corretta: da dove sei partito a misurarla? Secondo me è un wakizashi e ti confermo che avevamo tradotto correttamente entrambi i lati delle iscrizioni

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Concordo in tutto quello che dice manuel.

E come avevo ipotizzato potrebbe facilmentr essere una lama prodotta in massa (leggasi "in fretta e furia per l'alta domanda dell'epoca).

Lo ha è messo molto male ma resta un oggetto con più di 510 anni e fare un tentativo esplorativo di politura potrebbe valerne la pena!

Francesco e Massimo sono i più indicati in tal senso per darti un parere esperto.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Caricamento

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante