Vai al contenuto
Francesco Marinelli

Tantō Yasumitsu - 1405

Messaggi consigliati

Buonasera a tutti, questo uno degli ultimi lavori di politura che abbiamo realizzato assieme a Massimo.
Commentate liberamente, vediamo cosa ne vien fuori :arigatou:

Tantō hirazukuri, iori mune.

Mei: 康光 (Yasumitsu)
Nengo: 応永十二年八月日 (Ōei ju ni nen hachi gatsu hi - un giorno dell'ottavo mese del dodicesimo anno dell'era Ōei [Agosto 1405])

Nagasa: 23.7 cm
Sori: appena accennato - 0.08 cm
Motohaba: 2.39 cm
Motokasane: 0.55 cm

Hada: presenta una hada mix con hadatachi, ō itame, itame-nagare e masame.

Hamon: sul lato omote è visibile un gunome midare che va in suguha, su ura un notare suguha. Ko nie deki con sunagashi, kinsuji ed inazuma.

Bōshi: komaru

Nakago: ha agari kurijiri con ampie kattesagari yasurime.

Horimono: sul lato omote presenta gomabashi, su ura koshibi con kakitoshi.

1.jpg
2.jpg
3.jpg
4.jpg
5.jpg
21.jpg
6.jpg
7.jpg
8.jpg
22.jpg
23.jpg
9.jpg
24.jpg
10.jpg
11.jpg
12.jpg
13.jpg
14.jpg
15.jpg
16.jpg
17.jpg
20.jpg
18.jpg
19.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ormai sarete abituati ai miei commenti da incompetente.

Bellissima la resa dei "fulmini", ma quello che mi piace davvero tanto è Come avete tirato fuori la jihada.

Sembra che parli...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Finalmente riesco a trovare un po' di tempo per guardare le foto al pc.

 

Premetto che ho un debole per lo hada grande e qui per gli amanti c'è da perdersi dentro.

Passatemi il termine non proprio giapponese, ma questo aspetto quasi di legno a poro aperto è davvero bellissimo e pieno di movimento.Le attività nell'acciaio e nella tempra sono incredibilmente vivaci, anche se nel corso dei suoi 600 anni la lama ha visto molteplici politure e gli horimono ne sono la testimonianza.

Il nakago sembra quasi voler ingannare il passare del tempo o sbaglio? vedere delle foto non è sicuramente come aver la lama tra le mani.

Notevole anche la vigorosa presenza di nie in prossimità del boshi.

Concludo chiedendo se la linea nera appena sopra lo hamon è un inazuma o una piccola apertura fra gli strati? Così dalle foto mi verrebbe da pensare per la seconda ipotesi.

 

Detto ciò mi complimento con chi l'ha polita.

 

Grazie per averla condivisa :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inazuma proprio no oserei dire, dato che è un tipo specifico di kinsunji, e quella sorta di ombra nera sembra tutto trannr chr un kinsuji... troppo spessa...

Forse uno sfkndamento dici? Non direi nemmeno quello, perchè non è una zona muji... anche se ha uma discreta apertura dovuta all'età.

Ma non sono per nulla sicuro delle mie ipotesi....

 

Tutto questo senza nulla togliere alla hada che sembra un misto di lame diverse!!

Va che chikei!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

che meraviglia! lo hada nella foto 10 e 11 sono un uragano di bellezza per non parlare delle attività in prossimità del boshi, Francesco, se non è chiedere troppo potreste raccontare se prima della politura la lama già facesse prevedere il risultato finale? E se no, puoi descriverci la soddisfazione nel work in progress? Ho poca esperienza e non faccio testo, ma credo la più belle lama che io abbia mai visto (finora). Grazie della condivisione e standing ovation ai Togishi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Gentilissimi come sempre :arigatou:

 

Ha attività ed hada non semplici da interpretare..anzi!

 

Aspetto ancora un poco a dirvi la mia ipotesi circa quell'"alone" scuro sopra lo hamon.

 

Quello che vedete nell'immagine 5 e 6 non è un ware, bensì un hataraki nero e brillante! Definibile come kinsuji? Chikei? Onestamente non saprei, quello è! Poco sotto nelle immagini ne vedrete anche altri più piccoli.

 

Pur essendo poco visibile hada ed hamon avevamo capito che era una lama con "potenzialità" ed indubbiamente una lama particolare, difficile da interpretare e da mettere in una gokaden.

 

L'acciaio non era duro.

 

La soddisfazione nel vedere lame "riprendere" vita è sempre tanta :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ieri ho mostrato quel'attività che può sembrare un ware ad un noto studioso inglese, anche lui era sorpreso, non ne aveva mai visti così!

 

Non credo possa essere di questa scuola, però data la somiglianza vi posto un dettaglio del chikei su di una lama Mokusa-Hoju, da: http://www.sho-shin.com/tosan10.htm

 

Chikei.PNG

 

A riguardo di quell"alone" più scuro sopra lo hamon vi invito a leggere su sito http://www.ksky.ne.jp queste tre paginette, poi ne discutiamo assieme:

 

- http://www.ksky.ne.jp/~sumie99/construction.html#HYOSHIGI

- http://www.ksky.ne.jp/~sumie99/layers.html

- http://www.ksky.ne.jp/~sumie99/Naohiro2.html

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

Caricamento

Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...