Vai al contenuto
maurizio.duse

Tsuba Edo con incisione. Forse Shi-Shi?

Messaggi consigliati

Buongiorno a tutti!

 

In attesa di conoscere qualcuno di voi al corso base e, soprattutto, di formalizzare la mia iscrizione a questa bella Associazione, volevo 'postare' su questo forum la foto di una tsuba che ho recentemente acquistato su Ebay e che proviene dalla Martinica francese.

 

Augurandomi sia ... originale, devo dire che mi hanno attratto le incisioni, un po' rovinate dal tempo e dall'usura, che riportavano dei disegni floreali e, in alto a dx, l'immagine di uno "strano" animale, che - sinceramente - assomiglia ad un allegro cagnolino ma che, ad una analisi più approfondita "dovrebbe" essere il mitologico "leone-cane", in cinese 'Shi-shi' ma molto diffuso anche in giappone, e che normalmente viene raffigurato nella coppia di statue che spesso si trova di fronte ai tempi, a proteggerli dall'ingresso di spiriti (Kami) negativi.

 

Mi è piaciuto il concetto scintoista della cosa...

 

La prima immagine è quella di questa tsuba, originariamente.

 

Poi, sperando di non averla rovinata, ho provato a fare una doratura delle incisioni (seconda foto)

 

Allego anche la foto (terza immagine) di una tsuba moto simile che ho trovato su internet.

 

Volevo sapere cosa ne pensate e secondo voi può essere originale, Il venditore ha detto che era del tardo periodo Edo. Mah ...

 

Ciao a tutti.

 

Maurizio

 

Tsuba Edo.JPG

Tsuba Edo dorata.jpg

shin_leo_dog_tsuba.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non sono un intenditore, ma provo lo stesso a dire la mia (almeno provo a dire qualcosa, ... per imparare).

L'incisione mi sembra non bella come tante altre che ho visto.

I molteplici fori che mi sembrano di fusione mi fanno pensare ad una copia (spero davvero di sbagliare).

Dato che io non ho mai visto un'incisione del genere riempita d'oro ritengo che tu abbia sbagliato a tentare una cosa del genere.

Per me stava meglio prima (originale o copia che sia).

 

Gianfranco

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La tsuba è con tutta probabilità originale e del tardo Edo, eseguita in katakiri-bori anche se non di gran qualità e lo stato non eccelso.....e che tu hai drasticamente peggiorato :ghigliottina:

MAI apportare modifiche o pseudo-restauri su oggetti originali a meno di non essere un professionista del settore!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Quoto Manuel :-(

 

La tsuba dovrebbe essere in lega di rame, forse shakudo, patinata con rokusho.


Prossimamente al cinema... "Indiana Jones e la lama perduta"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Allora è originale ? La qualità e tutte quelle porosità mi hanno fatto pensare ad un calco o qualcosa di simile.

Possibile che si sia inciso (anche se di bassa qualità è sempre un lavoro impegnativo) su una superficie così brutta ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Beh... in effetti ... avete tutti ragione!

 

Anzi, volevo tranquillizzarvi che la resina dorata che ho usato ... domani sparirà con un po' di diluente e una spazzolina di ottone ;-)

 

Francesco ha visto giusto dato che il venditore mi aveva detto che era in rame (copper).

 

A Gianfranco ed a Manuel faccio solenne promessa di non alterare più le cose antiche!

 

Grazie dei vostri pareri.

 

Maurizio

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Maurizio ferma tutto!

 

Diluente, spazzola di ottone?????

 

Hai già fatto danno con la vernice oro! Non andare oltre! Se cominci a spazzolare peggiori solo la situazione, rivolgiti ad un professionista!

 

Marco


Marco C.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Allora è originale ? La qualità e tutte quelle porosità mi hanno fatto pensare ad un calco o qualcosa di simile.

Possibile che si sia inciso (anche se di bassa qualità è sempre un lavoro impegnativo) su una superficie così brutta ?

Quelle porosità in realtà sono bulinature per aggiungere profondità alla composizione che altrimenti risulterebbe troppo piatta, il problema è che sono molto randomiche e non equilibrate risultando eccessive, unite con la qualità del disegno la rendono una lavorazione di bassa qualità.

Per intendesi questo è lo stesso tema e lavorazione però in qualità elevata: post-146-0-66321200-1443104005.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Maurizio ferma tutto!

 

Diluente, spazzola di ottone?????

 

Hai già fatto danno con la vernice oro! Non andare oltre! Se cominci a spazzolare peggiori solo la situazione, rivolgiti ad un professionista!

 

Marco

Ciao Marco,

 

volevo tranquillizzarti! Non è vernice ma una resina a base acquosa. E' bastata dell'acqua calda e un pennello e si è sciolta.

Un lavaggio a ultrasuoni ha completato la pulizia (è venuto via anche dello sporco vecchio che si era insinuato nelle incisioni.

 

La Tsuba è tornata come ... vecchia :-)

 

Grazie comunque per il tuo intervento.

 

Maurizio

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma come t'è venuto in mente di metterci la vernice oro?

È come mettere il rossetto alla Gioconda!

Hai ragione Enrico :-(

 

Adesso sono come la mia cagnolina quando la sgrido: orecchie basse e coda fra le gambe ...

 

Però, come ho detto a Marco, sono riuscito facilmente a far tornare la situazione al pregresso ;-)

 

Ciao

 

Maurizio

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Quelle porosità in realtà sono bulinature per aggiungere profondità alla composizione che altrimenti risulterebbe troppo piatta, il problema è che sono molto randomiche e non equilibrate risultando eccessive, unite con la qualità del disegno la rendono una lavorazione di bassa qualità.

Per intendesi questo è lo stesso tema e lavorazione però in qualità elevata: post-146-0-66321200-1443104005.jpg

Ciao Manuel,

 

non ci sono dubbi che la tua è di un altro livello. Bellissima la presenza del cane-leone in basso a sinistra. Anche alcuni simboli ricordano un po' la mia, sebbene molto (ma molto) più grossolana. D'altra parte - credo - per una cinquantina di euro non potevo pretendere di più...

 

A presto

 

Maurizio

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Manuel,

 

non ci sono dubbi che la tua è di un altro livello. Bellissima la presenza del cane-leone in basso a sinistra. Anche alcuni simboli ricordano un po' la mia, sebbene molto (ma molto) più grossolana. D'altra parte - credo - per una cinquantina di euro non potevo pretendere di più...

 

A presto

 

Maurizio

Aggiungo un'altra tsuba con la stessa lavorazione che ho acquistato per un amico tempo fa

10641237_10204706400122827_598628273316410636098_10204706399842820_787350251224510580100_10204706400162828_500556299844110628090_10204706399482811_6249210390835

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Penso che quelle bulinature vogliano rappresentare la porosità della roccia. Così si accenna ad una completa scenografia: le piante in basso, la roccia ai lati, il drago tra le nubi in alto. Che ne dite ? :arigatou:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Maurizio hai rischiato il linciaggio e la gogna in piazza. :ciaociao::discoparty:

Sabato a Bologna dovrai fare giuramento sollenne a non manomettere ogetti nipponici.

A parte gli scherzi saluti

Massimo Togishi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Penso che quelle bulinature vogliano rappresentare la porosità della roccia. Così si accenna ad una completa scenografia: le piante in basso, la roccia ai lati, il drago tra le nubi in alto. Che ne dite ? :arigatou:

Interessante ipotesi Gianluca, ma temo che per il poco valore con cui l'ho acquistata ,,, magari! ;-)

 

Ciao. Maurizio

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Maurizio hai rischiato il linciaggio e la gogna in piazza. :ciaociao::discoparty:

Sabato a Bologna dovrai fare giuramento sollenne a non manomettere ogetti nipponici.

A parte gli scherzi saluti

Massimo Togishi

Ciao Massimo (e a tutti gli altri),

 

stamattina ho depositato in cancelleria del Tribunale di Venezia il mio solenne giuramento che non manometterò mai più oggetti storici giapponesi.

 

Siete tutti testimoni ;-)

Sabato a Bologna offrirò un calice di prosecco a tutti i presenti (a Gianfranco invece ho promesso che ce lo beviamo direttamente alla "sacra fonte", cioè Valdobbiadene (TV).

 

Un salutone e abbiate pietà per gli inesperti.

 

Maurizio

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Adesso puoi postare e registrarti più tardi. Se hai un account, Registrati adesso per inserire messaggi con il tuo account.

Ospite
Rispondi

×   Incolla come testo formattato.   Incolla invece come testo normale

  Sono permesse un massimo di 75 faccine.

×   Il tuo link è stato inserito automaticamente.   Visualizza invece come link

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Editor trasparente

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.


Chi è I.N.T.K.

La I.N.T.K. – Itaria Nihon Tōken Kyōkai (Associazione italiana per la Spada Giapponese) è stata fondata a Bologna nel 1990 con lo scopo di diffondere lo studio della Tōken e salvaguardarne il millenario patrimonio artistico-culturale, collaborando con i maggiori Musei d’Arte Orientale ed il collezionismo privato. La I.N.T.K. è accreditata presso l’Ambasciata Giapponese di Roma, il Consolato Generale del Giappone di Milano, la Japan Foundation in Roma, la N.B.T.H.K. di Tōkyō. Seminari, conferenze, visite guidate a musei e mostre, viaggi di studio in Europa e Giappone, consulenze, pubblicazioni, il bollettino trimestrale inviato gratuitamente ai Soci, sono le principali attività della I.N.T.K., apolitica e senza scopo di lucro.

Come associarsi ad I.N.T.K.:

Potete trovare QUI tutte le informazioni per associarsi ad I.N.T.K..
Associandovi ad I.N.T.K. accettate in maniera esplicita il Codice Etico e lo statuto dell'associazione ed avrete accesso ad una serie di benefici:
- Accesso alle aree riservate ai soci del sito e del forum;
- Possibilità di partecipare agli eventi patrocinati dall'associazione (ritrovi, viaggi, kansho, ecc...);
- Riceverete il bollettino trimestrale dell'Associazione.

"Una singola freccia si rompe facilmente, ma non dieci frecce tenute assieme."

(proverbio popolare giapponese)

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante